E-mail truffa sfruttano Haiti per carpire dati conti online

Kioskea il martedý 26 gennaio 2010 alle 16:11:28


ROMA (Reuters) - La polizia mette in guardia da alcune e-mail che circolano in questi giorni e che sfruttando il disastro di Haiti tentano di carpire i dati personali dei destinatari per accedere ai loro conti correnti online.
"L'e-mail in questione reca il logo della Croce Rossa e di Poste Italiane e, dopo aver presentato brevemente la drammatica situazione di Haiti a seguito del grave sisma (citando, fra l'altro, anche il Wfp, Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite) invita i destinatari a cliccare su un link che reindirizza l'utente a un sito che consente di effettuare una donazione tramite conto corrente on line", si legge in una nota.
"Gli accertamenti della Polizia Postale di Pescara hanno fatto emergere che la mail ricalca fedelmente nel testo la pagina ufficiale del Wfp e che sia la falsa mail che la pagina per le false donazioni riconducono a provider esteri che sono oggetto di indagine".
La polizia ricorda che per difendersi dal "phishing" sono utili alcune precauzioni: non rispondere mai a richieste di informazioni personali giunte sulla casella di posta elettronica; in caso di ricezione di messaggi che richiedono denaro e/o dati personali, accertare di persona anche tramite telefono la veridicitÓ del messaggio ricevuto, e in ogni caso evitare sempre di cliccare sul link proposto dall'e-mail; verificare che il sito web del mittente utilizzi la crittografia (sulla barra di stato dev'esserci il lucchetto chiuso,che sta ad indicare che il sito utilizza una connessione protetta); segnalare immediatamente alla Polizia Postale e delle Comunicazioni eventuali tentativi di carpire i propri dati personali; ricordare che i messaggi di phishing offrono un link attivo per sole 24-48 ore, dopo le quali diventa impossibile rintracciare il sito truffa.
-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

© 2010 Reuters