Cina, media attaccano Usa: vogliono politicizzare caso Google

Kioskea il martedì 26 gennaio 2010 alle 09:11:51


Di Ben Blanchard
PECHINO (Reuters) - I media di stato cinesi hanno alzato i toni della polemica con gli Stati Uniti sui controlli in Internet, con uno dei più importanti quotidiani che ha accusato gli Usa di cospirazione e ha sostenuto che la Cina può sopravvivere anche senza Google.
Due settimane fa il colosso dei motori di ricerca, Google, ha minacciato di chiudere il suo portale Google.cn e di ritirarsi dal mercato cinese, a causa di problemi legati alla censura e agli attacchi informatici subiti sul suo servizio mail.
L'amministrazione Obama ha appoggiato la posizione critica di Google, e giovedì scorso il segretario di Stato Hillary Clinton ha chiesto alla Cina di aprire un'inchiesta su questi attacchi, che secondo alcuni esperti potrebbero essere stati organizzati proprio da Pechino, e di allentare la censura sulla rete.
Dopo aver respinto le critiche degli Stati Uniti, funzionari e media cinesi hanno intrapreso una sorta di contro-campagna, attaccando a più riprese Washington.
Il principale quotidiano nazionale ha avvertito sui rischi che questa disputa su Internet può comportare per i rapporti diplomatici tra i due paesi, già tesi su temi come il commercio, i diritti umani, la vendita di armi da parte degli Usa a Taiwan e il possibile incontro tra Obama e il Dalai Lama.
"Queste azioni e queste affermazioni disconoscono la realtà e danneggiano l'immagine della Cina, andando a influire negativamente anche sulla stabilità dei rapporti diplomatici tra Pechino e Washington", ha scritto il People's Daily, che è di fatto il quotidiano portavoce del partito comunista cinese.
"Non è difficile vedere l'ombra del governo Usa dietro l'intenzione di politicizzare la questione Google".
Washington ha sfruttato la situazione con Google "per limitare il diritto della Cina di proteggere la sua sicurezza nazionale e i suoi interessi su Internet", ha scritto il quotidiano.
Google, intanto, ha fatto sapere di voler parlare con il governo cinese per risolvere la situazione.
Ma è stato proprio il People's Daily a mettere in dubbio questo incontro. "Forse Google si è resa conto che la Cina può farcela anche senza di lei, mentre senza la Cina per Google non c'è futuro", si legge sul quotidiano.
-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

© 2010 Reuters