Il mouse

Aprile 2015

Presentazione del mouse


Il mouse è una periferica di puntamento (in inglese pointing device) che serve a spostare un cursore sullo schermo e permette di selezionare, spostare, manipolare degli oggetti grazie a dei tasti. Si definisce quindi «clic» l'azione consistente nello spingere (cliccare) su un oggetto per effettuare un'azione.

Il primo mouse è stato inventato da Douglas Carle Engelbart del Stanford Research Institute (SRI): si trattava di un mouse in legno contenente due dischi perpendicolari e collegati al computer da una coppia di fili di incrociati.

Connettore di mouse


Il mouse è generalmente collegato al retro dell'unità centrale, sulla scheda madre, su un connettore PS/2 di colore verde :
connecttore PS/2


ormai la maggior parte dei mouse hanno una connettività USB.

Tipi di mouse


Esistono molteplici tipi di mouse, classificati secondo la tecnologia di posizionamento da una parte, e secondo la trasmissione dei dati all'unità centrale dall'altra.
Distinguiamo quindi molte grandi famiglie di mouse :
  • I mouse meccanici, il cui funzionamento è basato su una sfera (in plastica o in caucciù) incastrata in un scatola (di plastica) che trasmette il movimento ai due rotoli;
  • I mouse opto-meccanici, il cui funzionamento è simile a quello dei mouse meccanici, se non fosse che il movimento della sfera è rilevato da dei sensori ottici;
  • I mouse ottici, capaci di determinare il movimento attraverso l'analisi visiva della superficie sulla quale scivolano.

mouse meccanici


Il mouse meccanico prevede una biglia su cui girano due rotoli. Questi rotoli hanno ognuno un disco a tacche che ruota tra un fotodiodo e un LED (diodo elettroluminescente) che lascia passare la luce per sequenza. Quando la luce passa, il fotodiodo rinvia un bit (1), quando invece incontra un ostacolo, il fotodiodo rinvia un bit nullo (0). Con queste informazioni, il computer può conoscere la posizione del cursore, finanche la sua velocità.
Interno del mouse


Astuzia: A forza di utilizzarlo, della polvere si deposita sui rotoli del mouse, impedendogli di ruotare correttamente e provocando delle curiose reazioni nel cursore. Per porvi rimedio, basta aprire il case contenente la biglia e pulire i rotoli (con uno spazzolino di recupero ad esempio).

Mouse ottico


Il mouse ottico ha un funzionamento basato sull'analisi della superficie su cui si sposta. Così un mouse ottico è costituito da un LED, da un sistema di acquisizione delle immagini (IAS) e da un processore di segnali digitali (DSP).
Il LED è incaricato di illuminare la superficie per permettere al sistema IAS di acquisire l'immagine della superficie. Il DSP, attraverso l'analisi delle caratteristiche microscopiche della superficie, determina il movimento orizzontale e verticale.
I mouse ottici funzionano su tutte le superfici non perfettamente lisce oppure con gradazioni di colore. I vantaggi principali di questo tipo di dispositivo di puntamento rispetto ai mouse meccanici sono soprattutto una maggiore precisione nonché una ridotta propensione a sporcarsi.

Mouse senza fili


I mouse senza fili (in inglese cordless mouse) sono sempre più popolari dato che possono essere utilizzati senza essere fisicamente collegati al computer, con una sensazione di libertà.
Esistono anche più categorie di mouse senza fili, secondo la tecnologia utilizzata :
  • mouse infrarossi (in inglese «IR» per «infrared»): questi mouse sono utilizzati con un ricettore infrarossi connesso al computer. La portata di questo tipo di dispositivo è di qualche metro al massimo, in visione diretta, come per il telecomando di un televisore.
  • mouse herztiano : questi mouse sono utilizzati con un ricettore herztiano, generalmente proprietario al costruttore. La portata di questo tipo di dispositivo è di una dozzina di metri al massimo, senza necessariamente avere una linea visiva con il computer. Questo tipo di dispositivo può essere pratico soprattutto per le persone che connettono il proprio computer alla televisione, posta in un'altra stanza.
  • mouse bluetooth : questi mouse sono utilizzati con un ricettore bluetooth connesso al computer. La portata di questo tipo di dispositivo è equivalente alle tecnologie herziane proprietarie.

Mouse a rotellina


Sempre più mouse sono dotati di una rotellina. La rotellina, generalmente posta tra il pulsante di sinistra e il pulsante di destra permette di far scorrere delle pagine permettendo all'utente di spostare il cursore sullo schermo.
Per poter consultare questo documento offline, ne potete scaricare gratuitamente una versione in formato PDF:
Il-mouse.pdf

Vedi anche


The mouse
The mouse
El ratón
El ratón
Die Maus
Die Maus
La souris
La souris
O Mouse
O Mouse
Il documento intitolato « Il mouse » da Kioskea (it.kioskea.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.